Comunicato Stampa Mag 2015

13 giugno 2015

[c.s.] Giovedì 21 maggio si è svolto presso il Ristorante Righi La Taverna la conviviale del mese di maggio del Panathlon Club San Marino.
Prima di introdurre gli ospiti il Presidente Achilli ha commemorato il Socio fondatore del Club Marino Veronesi recentemente scomparso, ricordandone la passione, la competenza ed il grande attaccamento ai valori del panathletismo. Un importante punto di riferimento che mancherà a tutti.
Tema della serata è stata la prevenzione della salute attraverso l’adozione di corretti stili di vita e di una alimentazione idonea secondo quanto propone già da molti anni l’Associazione Cuore­Vita il cui comitato scientifico è presieduto dal dr. Giovanni Iwanejko che è stato il primo relatore della serata. Questi ha messo in rilievo la necessità di combattere le cattive abitudini alimentari che stanno minando la salute delle nuove generazioni cui c’è da aggiungere la sedentarietà nonché il fumo e l’abuso di alcool anche fra gli adolescenti. Il dr. Iwanejko ha elencato i principali fattori di rischio presenti nei paesi occidentali, fattori spesso modificabili e reversibili grazie all’esercizio fisico ed ad una alimentazione molto più ricca di frutta e verdure che abbondano di antiossidanti, vitamine, sali minerali, fibre. Il relatore si è soffermato sull’importanza dei principi della dieta mediterranea –che è essa stessa uno stile di vita­ e sulle recenti modificazioni della cosiddetta piramide alimentare. Non è mancato il richiamo, da buon pediatra, al ruolo dei genitori nel controllo delle cattive abitudini alimentari dei figli sempre più inclini al consumo di snack e di “junk food” a discapito dei cibi naturali, appunto frutta e verdura.
A dar man forte a queste tesi è subentrato il secondo relatore della serata il dr. Daniele Cesaretti, anch’egli di Cuore­Vita nonché panathleta. Cesaretti ha esordito con una crociata contro lo zucchero, primo imputato della diffusione mondiale del diabete. Lo zucchero è ormai in ogni alimento industriale e se ne consuma una quantità smodata e nociva. Ma sono altresì emersi i rischi legati al consumo della farina troppo raffinata –“è come fosse zucchero” da detto Cesaretti­ e al glutine presente nelle moderne varietà di grano, frutto di infiniti incroci genetici. Il relatore ha passato in rassegna, in rapida successione, tutte le più recenti pubblicazioni e best seller mondiali in tema di dieta. Ma sono anche emerse le profonde contraddizioni presenti nella scienza ufficiale a suo dire responsabili della diffusione mondiale del diabete e dell’obesità. Ne è seguito un interessante dibattito alimentato in primis dai colleghi medici panathleti. Fra questi il dr Aldo Arzilli ha sottolineato anche il ruolo dello stress nelle malattie cardiovascolari rimarcando comunque che l’aspettativa di vita a San Marino è al terzo posto mondiale a riprova che il sistema sanitario del Titano rimane all’avanguardia.

Al termine il presidente del Panathlon Club Leo Achilli, dopo avere omaggiato i due relatori con simpatici ricordi del Club, ha comunicato ai soci presenti che il Direttivo del Club ha deliberato di devolvere, tramite la Croce Rossa Sammarinese, la somma di 1.000 euro a favore del martoriato popolo nepalese colpito dal recentissimo e devastante terremoto.